Tag

,

1

Niente paura …. queste streghe non spaventano, al contrario fanno buona compagnia.
Nella loro storia si racconta che i fornai per giudicare se il forno fosse o meno pronto, dopo aver tolto la brace, infornavano una sottile sfoglia di pasta di pane dopo averla unta di olio e cosparsa di sale.
Dalla cottura di questa sfoglia si capiva se il forno fosse alla giusta temperatura; ma spesso si bruciava, ed ecco perché STREGHE!
A Bologna le streie sono famose poiché le mitiche sorelle Simili ne hanno fatto un cavallo di battaglia.
Si presentano bene in ogni occasione, dallo spuntino al buffet, servite con formaggi teneri o varie salse fredde e paté ed ancora con prosciutti e vari insaccati; io le uso sempre e …. una tira l’altra!

234

Ecco la ricetta.

Ingredienti

500 gr di farina 00
250 gr di acqua
25 gr di lievito di birra
50 gr di strutto
12 gr di sale
olio di semi per ungere la teglia
olio di oliva per pennellare le streghe
sale fino da cospargere

Procedimento

Impastare tutti gli ingredienti, lavorare per circa 10 minuti e mettere a lievitare per circa un’ora (fino al raddoppio in volume). Dividere poi l’impasto così ottenuto in più pezzi, appiattire con il mattarello raggiungendo uno spessore sottile, cospargere di farina, raddoppiare e tirare di nuovo con il mattarello. Si può utilizzare anche la nonna papera, passando l’impasto fino al terzultimo scatto (al 5). Disporre la sfoglia sulla teglia unta con olio di semi, pennellarla con olio di oliva, e cospargere con poco sale e tagliarla a losanghe con una rotella dentata (vedi foto) della dimensione indicativamente 4 per 6 centimetri . Mettere in forno a 200 – 210 ° C. per 10 minuti in modo da raggiungere la cottura ideale (vedi foto). Per semplificare il procedimento si consiglia di tenere un pezzo di impasto in frigorifero mentre si lavora l’altro. Così facendo non si rischia che le ultime streghe siano passate di lievito ancor prima dell’infornata.

     5 6

A presto! Ines.

Annunci