Tag

, , , , ,

1

La vendemmia è da poco terminata: un periodo di vita intensa nei campi tra i filari e nelle cantine tra i tini e le botti pieni di mosto d’uva che fermenta borbottando. Ed è proprio il mosto d’uva il protagonista di questa ricetta.

E’ Savàur….il sapore! Alimento squisito e prelibato che raccoglie il gusto del mosto, della frutta fresca e secca. E’ una sorta di marmellata che si faceva un tempo nelle campagne, e che visto l’elevato potere energetico si consumava durante l’inverno per insaporire dolci casalinghi e crostate, ma anche piatti salati e la piadina romagnola!

2

Ingredienti

5 litri di mosto di vino
2 mele
4 mele cotogne
3 pere cotogne
noci e mandorle sgusciate
bucce di limone e d’arancio grattugiate

3 4 5

Procedimento

Mettere il mosto appena pigiato in un paiolo di rame (se non disponibile si può sostituire con un tegame di acciaio inox) e porre sul fuoco a fiamma medio-alta. Quando comincia a bollire si abbassa la fiamma e si schiuma con una ramina: deve diminuire della metà.

Una volta così concentrato si aggiunge la frutta tagliata a pezzi. Da quando riprende il bollore si continua a cuocere a fuoco lento per altre 4-5 ore, rimestando con un cucchiaio di legno di tanto in tanto fino a che si è ridotto di due terzi.

Il savàur sarà pronto quando raggiungerà la consistenza di una marmellata densa e sugosa (vedi nella foto). Versare ancora bollente in barattoli di vetro, chiudere ermeticamente e seguire il normale processo di sterilizzazione.

6

7

A presto! Ines

Annunci