Tag

, , ,

1

E’ tempo di passeggiate per la campagna, dove i campi e gli alberi ancora spogli cominciano a mostrare i segni della Primavera con foglie e fiori.

Nei vigneti potati da poco, sotto ai filari, fascine di tralci tagliati vengono raccolti uno accanto all’altro.

Che profumi di nuovi germogli nell’aria!

Passando poi dall’aia del contadino, là in bella mostra tra il raccolto del suo orto, ho visto gli agretti, piccole fascine in miniatura.

Allora ho pensato di portare in tavola le mie fascine di agretti, preparati come minuscoli tralci di vite legati intorno ad una dorata sfoglia di pane.

2

Ingredienti

500 gr di farina 00
210 ml di acqua
40 ml di olio di oliva
6 gr di lievito di birra
8 gr di sale
5 gr di zucchero

3 4 5 6

Procedimento

Disporre in forma di fontana la farina e mettere al centro lo zucchero ed il lievito già sbriciolato in precedenza nell’acqua tiepida.

Incominciare poi a raccogliere con movimenti circolari la farina nell’interno dell’anello, aggiungendo man mano l’olio e per ultimo il sale, continuando a girare per una decina di minuti fino quando tutto il composto sarà ben amalgamato.

L’impasto dovrà avere una consistenza un po’ dura: dopo averlo coperto con una ciotola lasciatelo riposare in lievitazione per circa due ore.

Trascorso questo tempo dividetelo in otto parti.

Per ogni singola porzione ottenuta, procedete poi nel seguente modo: spianate con il matterello dando la forma di un quadrato e richiudete verso il centro gli angoli fino a farli combaciare (vedi foto).

Quindi ripiegate ancora in due ottenendo così un rettangolo che stenderete ancora con il matterello fino alle dimensioni di 10 x 20 cm.

Incidete poi leggermente la sfoglia (vedi foto) e bagnate con l’acqua di cottura degli agretti.

Spolverate poi gli agretti con della farina, in modo tale che quando vi adagerete sopra la sfoglia si formerà un leggerissimo strato colloso.

A questo punto, aiutandovi con della carta forno, avvolgete la sfoglia in modo però che la verdura rimanga all’esterno del rotolo di sfoglia di pane.

Pennellate con un po’ di olio, coprite e lasciate lievitare per circa 50 minuti.

Cuocete in forno a 210° gradi fino a doratura.

Come accennato è possibile lessare gli agretti di cui abbiamo utilizzato l’acqua di cottura per bagnare la sfoglia, tuttavia senza esagerare, poiché il calore del forno sarebbe già sufficiente per una cottura ideale.

7

A presto! Ines

Annunci