Tag

, ,

1

Zuccherini montanari o zucarén

Da tempo volevo presentare questa ricetta ben conosciuta nell’Appennino bolognese e lì molto apprezzata: infatti questi semplici dolcetti a forma di anello si preparavano sempre in occasione di festeggiamenti di nozze o per speciali anniversari. Erano simbolo di abbondanza e felicità e, sostituendo i confetti, venivano presentati in cesti apparecchiati con le più belle tovaglie di pizzo di casa, con un fiocchetto bianco ad unirli insieme a due a due. Oggi vengono fatti sia in casa che nelle migliori pasticcerie per affiancare naturalmente le bomboniere, ma anche per consumarli – senza i fiocchetti – tutto l’anno, gustando la loro dolcezza, il buon sapore di anice ed il loro inconfondibile profumo che sa dare momenti di vera gioia al palato.

       2 3

Ingredienti

500 gr di farina 00
150 gr di zucchero
50 gr di mandorle
3 uova
60 gr di olio extra vergine di oliva
30 gr di burro
3-4 gr di semi di anice
mezza bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

Per glassare:

300 gr di zucchero
3 cucchiai di acqua o liquore all’anice

Procedimento

Per prima cosa scottare le mandorle in acqua bollente per liberarle della pelle e tostarle leggermente in forno; successivamente ridurle in polvere insieme ad un cucchiaio di zucchero in un robot. Impastare velocemente tutti gli ingredienti e lasciare riposare brevemente in frigorifero.

Con il mattarello spianare una sfoglia alta e ricavarne delle strisce di circa 10 cm di lunghezza e chiuderle a cerchio per formare gli zuccherini (vedi foto). Esiste un’altra possibilità, e cioè di farli più piccoli, meglio adatti alle cerimonie nuziali; in questo caso formare dei rotolini di diametro leggermente inferiore a quello di una sigaretta, arrotolandoli ad anello intorno alla punta di un dito. Cuocere in forno a 180° C. fino a doratura e lasciare raffreddare.

In una casseruola sciogliere lo zucchero con l’anice: quando col mestolo si fa …. la strada (vedi foto) allora la glassa sarà pronta. Immergervi gli zuccherini per glassarli e collocarli poi su un foglio di carta forno. Quando la glassa si sarà indurita i dolcetti saranno pronti per essere assaporati.

4

A presto! Ines.

Annunci